8 Visita di Ludwigshafen

Poco prima del 1844, Ludwigshafen era solo una palude, con una fortezza e una diversità di villaggi sul lato sinistro del Reno. Ma il progresso e l’ascesa dei produttori chimici come la grande azienda BASF hanno dato vita a una nuova città sull’altra sponda del fiume. Visita gli 8 luoghi di interesse turistico di Ludwigshafen.

Chiamata in dignità a Ludwig I di Baviera, la città di Ludwigshafen è a volte trascurata, ma detiene il meglio dell’arte contemporanea nel popolare museo Wilhelm-Hack di varietà mondiale, e ha recentemente cercato di far rivivere il suo lungofiume per nuovi scopi come il centro commerciale Rhein-Galerie.

Quali attrazioni visitare a Ludwigshafen?

1 Museo Wilhelm-Hack

L’importante museo di arte moderna e contemporanea della Renania Palatinato spicca a colpo d’occhio nel cuore della città. Questo perché sulla facciata della zona sud-est c’è un emozionante mosaico di Joan Miró. Il Muro di Miró risale al 1979 ed è composto da 7.200 piastrelle fuse nel villaggio di Gallifa, vicino al centro di Barcellona, e trasportate a dorso di mulo, ferrovia e autostrada fino a Ludwigshafen. Il museo interno è incredibile, pieno di opere di Malevich, Mondrian, Kandinsky, Andy Warhol e Roy Lichtenstein. Una fantastica mostra collaterale presenta apparati provenienti da tombe romane e franche aperte nella vicina Gondorf, così come figure e dipinti medievali intagliati in avorio, intarsio di metallo, legno e pietra.

2 BASF Visitor Centre

Circa 150 anni dopo la nascita della prima industria BASF a Ludwigshafen, la corporazione chimica è di gran lunga la più grande azienda singola della città e ha impiegato più di 35.000 persone. Se avete un po’ di tempo, c’è un centro visitatori interattivo con una mostra che mostra le applicazioni quotidiane della chimica, i principi dell’azienda e la vasta linea di prodotti che viene prodotta oggi.

3 Parkinsel

Sul Reno, un sito speciale nel sud della città, si trova un’isola fluviale che ultimamente è diventata l’itinerario residenziale più ricercato di Ludwigshafen. Oggi, Parkinsel non è artificiale, poiché è stato separato dalla terraferma nel 1890 quando il porto è stato liberato. Curvo con un’ansa del fiume, la metà orientale di Parkinsel è un bel giardino a forma di mezzaluna con una veste di foresta che progredisce da secoli.

4 Wallfahrtskirche Mariä Himmelfahrt

Nella giurisdizione di Oggersheim si trova una maestosa chiesa fondata nel 1775 in un design che fonde barocco e neoclassicismo. La chiesa ha anche una cappella del 1729, che è basata sulla Santa Casa nella città italiana di pellegrinaggio di Loreto. All’interno della chiesa c’è un ritratto di Maria, Madre di Dio, circondata da due angeli, opera dell’artista di corte di Mannheim del XVIII secolo Paul Egell. Il superbo altare maggiore della chiesa centrale è opera del bell’architetto Peter Anton von Verschaffelt, e le sue ombreggiature sono di Georg Oswald May, che realizzò anche due immagini di Goethe.

5 Rhein Riverside

I recenti sviluppi residenziali lungo la riva sinistra del Reno e il nuovo centro commerciale Rhein-Galerie sul fiume hanno avvicinato la città all’acqua. In risposta, la città ha installato una catena di nuove divisioni informative con fatti e attribuzioni sulla correlazione di Ludwigshafen al popolare fiume. Dal lato sinistro del fiume si possono vedere molti dei punti di riferimento di Mannheim, come il palazzo barocco.

6 Parquet Wild Rheingönheim

Con trenta ettari di dense foreste verdi nascoste nel sud di Ludwigshafen troverete questo parco di animali con specie europee che risiedono in enormi paddock. Il parco gode di ambienti semi-selvatici come uro, bisonte, cinghiale, cervo, lince e varie specie di gatti selvatici.

7 Schillerhaus Oggersheim

Il gigantesco poeta Friedrich Schiller soggiornò qui nel 1782. All’epoca, la proprietà era la locanda Zum Viehhof, e quando Friedrich era lì, viaggiava come il dottor Schmidt che era venuto nella regione di Mannheim per godersi la prima della sua nuova commedia I rapinatori contro i mandati del ducato di Württemberg. Durante il suo soggiorno nella locanda, Schiller racconta la prima stesura della sua opera Fiesco. In questa galleria ci sono scritti e prime impressioni, così come mostre sulla storia di Oggersheim e la famosa fabbrica di porcellana Frankenthal, che ha lavorato dal 1755-1799.

8 Parco Ebert

Nella parte occidentale della città c’è un parco fondato nel 1925 per l’esposizione tedesca di orticoltura. Il parco prende il nome da Friedrich Ebert, che era presidente della Germania in quel periodo. Il modo migliore per visitarlo è passare per l’entrata su Erzbergerstrabe, dove si trova un elegante giardino con trame geometriche, fontane e una sala coltivata che ospita ristoranti.

Related Stories

Llegir més:

3 Visita di La Ligua

La città di La Ligua, è una bella città determinata e popolare in...

Dove mangiare a Taxco? I migliori 8 ristoranti di...

Taxco è una città messicana che è stata un punto di riferimento per...

6 Visita di Faridabad

Faridabad, una città industriale e leader dell'Haryana, ha preso il suo nome dal...

Terme di Leiria

Leiria ha incredibili sorgenti calde, che sono visitate ogni anno da turisti e...

Cosa fare a San Cristobal de las Casas?

Questa città messicana ha molte strutture storiche ben note nel paese. Si distingue...

Playa Ventura: un luogo di riposo in acque turchesi

Conoscere bei posti ci riempie di molta soddisfazione e gioia, farlo in compagnia...