12 Visita turistica a Puebla

Consacrata con una generosa architettura rinascimentale e barocca, Puebla è un patrimonio mondiale in una scacchiera di strade creata nell’anno 1531. Questa terra, circondata da formidabili stratovulcani, fu preferita dai primi coloni del Messico come sito intermedio tra Veracruz sul Golfo e la bella Città del Messico. Il Centro Storico è pieno di templi di epoca coloniale, come il capolavoro barocco della Capilla del Rosario. Visita i 12 luoghi turistici di Puebla.

Tabella dei contenuti

  • Quali luoghi turistici visitare a Puebla?
  • Museo dell’Amparo
  • Cappella del Rosario
  • Cattedrale
  • Zócalo di Puebla
  • Museo Internazionale del Barocco
  • Forti di Loreto e Guadalupe
  • Biblioteca Palafoxiana
  • Stella di Puebla
  • Mercato Mariano
  • Chiesa di Santa Maria Tonantzintla
  • Tempio di Santo Domingo
  • Casa delle Bambole

Quali luoghi turistici visitare a Puebla?

1 Museo Amparo

Il museo è situato in due complessi dominati con un annesso moderno, un cerchio adatto per una passeggiata attraverso il passato della nazione. Molti degli artefatti sono stati restaurati nel corso del XX secolo dall’amministratore Manuel Espinosa Yglesias. Le collezioni pre-ispaniche sono ampie e possiedono stele, ceramiche, utensili quotidiani, sculture e santuari di un gran numero di evoluzioni, compresi i Maya, gli Olmechi, gli Aztechi e i popolari Mixtec, ma anche i Totonac, Teotihuacan, Zapotec e Huastec.

I display forniscono un contesto secondario indicando cosa stava succedendo nel resto del mondo mentre queste saggezze fiorivano. Sono anche mostrati per tema e non per cultura, quindi se sei curioso della storia precolombiana, avrai il quadro completo.

2 Cappella del Rosario

Nel Santuario di Santo Domingo si trova una cappella che è considerata il culmine del nuovo barocco spagnolo. Dopo essere stata completata nel 1690, la Cappella del Rosario fu addirittura catalogata come uno degli ottavi occultismi del mondo. Quasi tutte le aree di questa cappella con cupola a botte sono avvolte in stucco, modellato in modelli sorprendentemente intricati e lucidato con foglia d’oro. La decorazione include ritratti policromi di santi, mentre il tabernacolo contiene l’immagine della Madonna del Rosario in un baldacchino sotto colonne salomoniche.

Le pareti della cappella hanno dipinti barocchi che richiamano le scene della Natività: Annunciazione, Visitazione, Nascita di Gesù, Fervore dei Magi, Introduzione e Cristo tra i dottori. Al di sotto di queste opere, le pareti sono rivestite di piastrelle sfumate realizzate a Puebla con la tecnica Talavera.

3 Cattedrale

Costruita nel 1575 e conclusa nel 1690, la Cattedrale di Puebla fa parte del Patrimonio dell’Umanità che comprende il Centro Storico della città. L’edificio è in stile Herreriano, nella trasformazione tra Rinascimento e Barocco, ed è pieno di sculture in legno, lavori in oro, dipinti, apparati liturgici e lavorazioni di alta qualità.

L’ostentato altare principale (Altar de los Reyes) è il luogo di sepoltura di diversi vescovi di Puebla ed è stato progettato dall’architetto e decoratore neoclassico del XVIII secolo Manuel Tolsá. Sopra questo, nella cupola dell’abside, c’è un glorioso dipinto del 1688 dell’artista barocco Cristóbal de Villalpando. Personificando il Trionfo dell’Eucaristia, è uno dei pochi dipinti a tempera conservati in Messico.

4 Zócalo de Puebla

Sostanzialmente il luogo dove la città fu fondata nel 1531, lo Zócalo è la piazza centrale di Puebla. La basilica si trova sul lato sud della piazza, mentre sul lato nord si trova il Palacio Municipal (Municipio), che si trova sulla spalla di una seducente galleria commerciale, il Pasaje del Ayuntamiento. Su tre lati, le case in stile coloniale e gli edifici comunali hanno portici e la maggior parte delle proprietà private sono ristoranti. Potresti iniziare la giornata in un ristorante guardando la piazza animarsi con la colazione. Tra le palme, i cipressi e i giardini formali della piazza ci sono venditori di palloncini e lustrascarpe, e nell’asse centrale c’è una fontana barocca del 1777.

5 Museo Internazionale del Barocco

Questo museo sconosciuto riguarda il Barocco, il genere di arte, architettura e musica che ha dominato gran parte dei secoli XVII e XVIII nella grande Europa e nel Nuovo Mondo. L’edificio del museo è stato progettato dal vincitore del Premio Pritzker Toyo Ito, un creatore nelle nozioni barocche di movimento, la discrepanza di luce e ombra (chiaroscuro) e la correlazione tra uomo e ambiente. Non aspettarti pile di arte e apparati barocchi, perché la galleria è più concettuale, sondando le origini mistiche (controriforma), la metafisica e le forze motrici dietro l’ideologia barocca. Ci sono studi di prodigi barocchi come la Chiesa di San Pietro a Roma, il Convento di Ottobeuren in Baviera e il Templo del Rosario di Puebla. Altrettanto affascinante è il modello di Puebla come sarebbe apparsa nella sua glorificazione barocca nell’anno 1754.

6 Forti di Loreto e Guadalupe

A guardia del vecchio centro in cima alla collina di Acueyametepec ci sono due forti del XIX secolo risalenti al periodo del Secondo Intervento Francese a Città del Messico tra il 1861-1867. Questi portano gli pseudonimi della Vergine di Loreto e della Vergine di Guadalupe, che stanno per i santuari che erano stati istituiti in questo sito nel XVI secolo. Hanno visto il movimento nella Battaglia di Puebla nell’anno 1862 quando hanno aiutato con successo a proteggere la città contro l’esercito francese. La storia di quella battaglia è raccontata nel museo all’interno del Forte di Guadalupe, mentre entrambi gli edifici presentano armi, titoli, immagini e uniformi di quell’epoca. Il parco di Acueyametepec merita una passeggiata e offre viste panoramiche di Puebla.

7 Biblioteca Palafoxiana

Fondata nel 1646, la Biblioteca Palafoxiana fu la prima biblioteca pubblica coloniale del Messico ed è la più antica delle Americhe. In un’ampia sala con soffitto a volta, ci sono stand di legno intagliato, alti tre piani, saturi di 41.000 libri, scritti e documenti come le cianografie originali dei giorni dell’imperialista Hernán Cortés nel XVI secolo. La biblioteca fu istituita da Juan de Palafox y Mendoza, un figlio surrogato della nobiltà baturra, che si unì al clero e divenne arcivescovo di Puebla tra il 1640 e il 1655. Alcuni dei molti volumi sono in mostra. A causa della grande età della biblioteca, gli studiosi attualmente devono richiedere dei permessi per poter insegnare alla Biblioteca Palafoxiana.

8 Estrella de Puebla

A Puebla de Zaragoza, a ovest del centro di Puebla, è un complesso che concentra il Parque Lineal, l’Ecoparque Urbano e il Jardín del Arte. L’Angelópolis Lifestyle Center è il più grande centro commerciale della città, con più di 100 negozi. Ma la stella del divertimento è l’Estrella de Puebla, la più grande ruota panoramica portatile del mondo. Lanciata nel 2013, questa ruota panoramica è alta 80 metri e rimanda di 20 minuti per completare un giro in una delle sue barche sigillate. Se desideri spingere la barca, puoi salire su una delle quattro gondole di lusso, che hanno pavimenti in vetro e sedili in pelle.

9 Mercado Parian

La Plaza San Roque situata sul lato nord-est dello Zócalo risale al 1805 e nel 1961 fu trasformata in un mercato dell’artigianato. Più che un territorio per fare shopping di souvenir, il Mercato Pariano è un territorio per entrare in contatto con l’artigianato tradizionale di Puebla. Ci sono molteplici bancarelle che vendono ceramiche Talavera e la città di Puebla è uno dei cinque luoghi ideali in Messico (quattro dei quali sono nella regione di Puebla), dove queste porcellane sono prodotte autenticamente. Quindi, se ne compri un po’, porterai un pezzo di Puebla a casa con te.

10 Chiesa di Santa Maria Tonantzintla

A pochi minuti a ovest del centro di Puebla, nel quartiere di San Andres Cholula, è un santuario di epoca coloniale in un impressionante stile barocco folcloristico che fonde tradizioni indigene e cattoliche. Il Santuario di Santa Maria Tonantzintla è stato costruito dal XVI al XIX secolo e la sua parrocchia francescana ha dato libero sfogo alla sua fratellanza indigena appena battezzata per adornare l’interno. L’effetto è una massa di sculture policrome di facce, frutta, fiori e belle piante, che non lasciano uno spazio scoperto. Se volessi descrivere la moltitudine di facce sul soffitto, rimarresti qui per giorni.

11 Templo De Santo Domingo

Avenida 6 Oriente, che inizia proprio dietro il Templo de Santo Domingo, ha preso il soprannome di Calle de los Dulces, perché ha più di 40 bazar che fanno dolci tradizionali. Il convento di Santa Clara, i cui superiori inventarono ogni tipo di formula in epoca coloniale. Ci sono diverse prelibatezze che dovresti prendere in considerazione, a cominciare dalle patate dolci di Puebla. Sono una composizione colorata di patate dolci e zucchero, avvolte come una salsiccia, profumate con succo di limone e coperte di carta oleata.

12 Casa de los Muñecos

Nel primo blocco sul lato nord-est dello Zócalo c’è una bella casa barocca del XVIII secolo con una facciata ornata da rilievi bluastri e scolpiti. La caratteristica più preziosa è il set di 16 ceramiche che personificano strani personaggi catturati in azione.

Artículo anterior4 Visita di Totonicapán
Artículo siguiente6 Visita della Cina

Related Stories

Llegir més:

4 Visita di Zaruma

Zaruma è una destinazione affascinante e seducente, la certezza di questo è illimitata....

7 Visita turistica a Salamanca

Salamanca è una delle città più belle e speciali della Spagna. Uno degli...

11 Visita turistica a Fortaleza

Fortaleza è considerata una delle principali destinazioni turistiche del nord-est del Brasile, dopo...

11 Visita di Changchun

Changchun è la capitale della provincia di Jilin, questa regione è ricca di...

4 Visita guidata Honda, Tolima

Questa è una piccola città di Honda, è considerata il gioiello della Colombia...

7 Attrazioni turistiche a Cordillera

Il Paraguay è una delle nazioni senza sbocco sul mare del Sud America....